1) ..di Tari e Consigli Comunali.

..di Tari e Consigli Comunali.


In Consiglio Comunale oggi l’opposizione smantella il PEF (Piano Economico Finanziario) della Tari.

La Maggioranza, nella fretta di arrivare all’approvazione delle tariffe, presenta un documento “Copia e Incolla” ricco di errori e addirittura pare interpreti male la delibera regionale in materia. L’assessore, in evidente difficoltà, ammette che a leggerla, la disposizione Regionale sembrerebbe dare ragione alle opposizioni. Nonostante ciò il PEF passa approvato dalla sola maggioranza con l’opposizione che esce dall’aula dopo essersi vista bocciare la proposta di rimandare la votazione a quando questi dubbi verranno fugati.

Nessun dubbio invece per i consiglieri di maggioranza!

Benvenuti nel Far West nuorese





La rappresentante del M5S Mara Sanna, fa notare che la maggioranza continua con questo metodo di fornire documenti importanti come avvenuto anche per il PEF Tari, tassa che incide notevolmente sulle tasche dei cittadini, senza il tempo necessario per analizzarlo in tutte le sue sfaccettature con serenità nella giusta rappresentanza dei cittadini.

il 29 marzo a mezzogiorno si riunisce la commissione relativa; alle 14 riunione dei capogruppo per decidere la convocazione d’urgenza del Consiglio; la sera la trasmissione dei documenti. Il 31 marzo Consiglio Comunale. 24 ore per analizzare sette punti del giorno

A Nuoro ne sanno di Democrazia e trasparenza amministrativa.





La Tari ha un costo che va tutto sulle spalle dei cittadini con l’apposita tassa. Nel PEF si cerca di prevedere questo costo per poi dividerlo tra i contribuenti. Si scopre in commissione (per quegli ignoranti che non lo sapevano) che l’amministrazione riesce a recuperare di questa tassa solo una quota che negli anni varia tra il 40 e 60%. Praticamente la metà. Siccome il servizio va pagato per intero da quali settori l’Amministrazione va pescare le cifre mancanti? Perchè i cittadini non sono messi al corrente? Probabilmente si vanno a prelevare dalla Cassa, che nel Comune di Nuoro è risaputa essere sempre vuota. La si riempie con un’anticipazione di cassa che la banca mette a disposizione dietro compenso di interessi.

Sembrerebbe a questo punto che il cittadino onesto che paga per tempo la sua parte, in qualche modo paghi nuovamente per la parte che l’Amministrazione non riuscirà mai a recuperare.

Essere onesti non sempre premia?




..di Tari e Consigli Comunali… continued

Precedente Nuoro non è una città per disabili Successivo La Tari .... in un PEF