Interrogazione: conferimento/revoca affidamento servizio di smaltimento residui spazzamento stradale.

Interrogazione: conferimento/revoca affidamento servizio di smaltimento residui spazzamento stradale.



Spett.le Assessore Ambiente

Spett.le Dirigente settore Ambiente

Spett.le Sindaco del Comune di Nuoro

Spett.le Presidente del Consiglio Comunale

Spett.li Consiglieri comunali

Interrogazione: conferimento/revoca affidamento servizio di smaltimento residui spazzamento stradale.


Premesso che:

  • Con determinazioni nn 338 e 339 del 06 feb 2017 il Comune di Nuoro affidava alla Eco Centro Sardegna il servizio di recupero dei rifiuti provenienti dalle raccolte differenziate rispettivamente di plastica, carta e cartone, di vetro/barattolame e spazzamento stradale dello stesso comune, sottoscrivendo con la stessa un contratto;
  • Con nota prot. 13451/SG del 04 apr 2017 la ditta Eco centro Sardegna comunicava che a causa della perdita del requisito da parte del gestore finale rinunciava all’affidamento per lo smaltimento del residuo da spazzamento stradale;
  • Con determina 794 del 20 apr 2017 revocava l’affidamento del servizio dello smaltimento residui di spazzamento stradale di cui alla determina 339 e nuovo affidamento a Tossilo;
  • Visto l’art. 182-bis del Decreto legislativo 152/2006;
  • Visto l’aggiornamento del piano regionale dei rifiuti, approvato con Delibera di Giunta regionale n°69/2015 del 23.12.2016,

CONSIDERATO CHE:

  • il Comune di Nuoro con le determinazioni nr 338 e 339 dichiara che è stata avviata una indagine conoscitiva, finalizzata a reperire i migliori prezzi sul mercato per il conferimento di diverse frazioni derivanti da raccolta porta a porta e spazzamento stradale, anche alla luce dei tempi di percorrenza per il raggiungimento delle piattaforme stesse;
  • l’Amministrazione ha ritenuto l’offerta unitaria della Eco Centro Sardegna la migliore soluzione per il conferimento e l’intermediazione di quanto sopra;
  • il Comune di Nuoro ha affidato alla ditta sopra indicata il servizio di intermediazione dello smaltimento dei rifiuti prodotti dallo spazzamento stradale, in quanto valutava economicamente vantaggiosa l’offerta;
  • il contratto sottoscritto con la ditta affidataria è vincolante per anni 2 rinnovabili;
  • il piano regionale dei rifiuti, recentemente aggiornato, prevede che i rifiuti da spazzamento stradale (e caditoie) debbano essere smaltiti in determinati impianti;

SI CHIEDE:

  • Quali ditte oltre la Eco Centro Sardegna sono state contattate, quante di queste hanno presentato un preventivo e quali differenze hanno indotto alla scelta della ditta affidataria;
  • In quale piattaforma è stato conferito il residuo dello spazzamento stradale e delle caditoie durante l’esecuzione di questo contratto;
  • Quale strategia ha determinato la scelta dell’utilizzo di un intermediario nello smaltimento di talune tipologie di rifiuti, considerato il fatto che attualmente l’amministrazione gestisce in maniera diretta lo smaltimento dello spazzamento stradale senza alcuna necessità di figure esterne;
  • Considerato il fatto che è stato stipulato un contratto ritenuto vantaggioso per l’unitarietà del servizio delle diverse frazioni di rifiuti si chiede se, in seguito allo stralcio di parte di esso, tale vantaggio rimanga invariato per la parte rimanente;
  • Se si è valutato che la modifica della sede di conferimento dei rifiuti e quindi l’aumento di oneri per la società partecipata del Comune (maggiori km ed orario lavoro), oltre all’incremento della tariffa da 170 a 175.03, ed eventuali aumenti delle tariffe di conferimento del rifiuto da caditoie, determina un aumento del costo del servizio con un conseguente danno  erariale per le casse comunali e quindi per i cittadini nuoresi;
  • Perché il Comune di Nuoro subisce passivamente la modifica di un contratto sottoscritto e giudicato vantaggioso, consentendo alla ditta di non subire il  rischio di impresa  che deve essere alla base dei rapporti tra enti pubblici e privati;
  • Si chiede all’Assessore e al Dirigente se siano a conoscenza del fatto che il Piano regionale dei rifiuti (aggiornato nel dicembre 2016) ben prima della stipula del nuovo contratto) indica le sedi di conferimento finale dei rifiuti da spazzamento stradale;
  • Se sia opportuno affidare lo smaltimento di tale tipologia di rifiuti ad una società che dichiara di smaltire i rifiuti in una discarica NON indicata nel piano regionale dei rifiuti.

Nuoro,  22/04/2017

Portavoce M5S Nuoro

Mara Sanna

Precedente Smaltimento rifiuti: una interrogazione per fare chiarezza. Successivo Interrogazione sui rifiuti: Stampa