La minoranza abbandona l’Aula

Di Mara Sanna (PV M5S Nuoro)

Qualche post su Facebook mi racconta che ieri è stato illustrato un bilancio fantastico: nessun aumento delle tariffe e delle tasse, nessun taglio dei servizi, alienazione e valorizzazione degli immobili proficua, Biblioteca Satta a posto, finanziamenti in entrata “a go go” che sistemano tutta la città, dal centro alle periferie, arrivando anche al rilancio del Nuorese, riscossione super efficiente, tempi di pagamento alle imprese accorciati, debito ristrutturato.
IL COMUNE DI NUORO E’ IN PERFETTA SALUTE E IN QUESTA GIUNTA SONO PROPRIO DEI MAGHI.
La domanda è: perché cavolo piangete sui giornali e con le lettere di richiesta di salvataggio alla Regione se è tutto così fantastico?
Ho abbandonato l’aula, senza ascoltare l’illustrazione del Bilancio.
L’ho fatto dopo 4 ore di discussione. Dopo che sono state poste due questioni pregiudiziali con le quali si chiedeva il rinvio dell’illustrazione del Bilancio ad altra seduta. Un rinvio richiesto perché mancava il parere dei revisori, parere fondamentale per poter analizzare e valutare un bilancio supportato dall’espletamento delle funzioni di controllo, vigilanza e garanzia proprie dell’organo dei Revisori. Un parere necessario per fare chiarezza sul mancato riconoscimento da parte del Consiglio di debiti per oltre 4 milioni di euro e della mancata previsione dello stanziamento di fondi a copertura di detti debiti.
Un secondo rinvio chiesto perché gli atti di Bilancio da illustrare nella seduta consiliare sono stati modificati proprio ieri dalla Giunta ed erano quindi diversi da quelli che si proponevano nell’illustrazione al Consiglio.
PRECISAMENTE, LA DELIBERA DI GIUNTA CHE HA APPROVATO IL BILANCIO, QUINDI PUBBLICATA ED OGGETTO DELL’ ILLUSTRAZIONE AL CONSIGLIO DI IERI, ERA LA N. 165 DEL 7 GIUGNO 2018 MA QUELLA CHE POI SARA’ OGGETTO DI VOTAZIONE AL PROSSIMO CONSIGLIO SARA’ INVECE LA N. 170 DEL 18 GIUGNO 2018, APPROVATA IERI POMERIGGIO POCO PRIMA DEL CONSIGLIO E OVVIAMENTE SCONOSCIUTA AI CONSIGLIERI COMUNALI ED AI REVISORI DEI CONTI.
Un fatto, questo, di una gravità inaudita.
I Consiglieri comunali hanno il diritto di conoscere un Bilancio veritiero, suffragato dal parere dei revisori, affinché possano svolgere appieno il proprio dovere.
Nel Consiglio di ieri, i Consiglieri comunali di maggioranza, anziché rappresentanti di diritti e doveri, si sono comportati, ancora una volta, come tifosi di una squadra di calcio, sostenendo irresponsabilmente i giochi di prestigio e le prese in giro della Giunta.

Precedente Nuoro sommersa dai debiti Successivo I PV Emiliano Fenu e Alberto Manca su inadempienze Regionali