La scelta “In House” del Comune e il NO del M5S

Raccolta Rifiuti Urbani, nel consiglio di ieri

la scelta “In House” dell’Amministrazione Soddu.


Il Consiglio Comunale  (la sua maggioranza) era chiamato a decidere se il nuovo sistema gestionale di raccolta urbana dei rifiuti dovesse rimanere come è (compartecipata pubblica) o se dovesse essere esternalizzato (società privata) o ancora dovesse essere gestito da una società interamente a partecipazione Pubblica (comunale).

La Giunta ha deciso che dovesse essere in House (Comunale). Ma come prevede la legge, perché si possa fare questa scelta, bisogna motivarla e sostenerla con una relazione che ne spieghi sostenibilità e convenienza, e approvare questo passaggio in Consiglio Comunale.

Viene affidato quindi il compito di redigere questa relazione agli uffici competenti e quindi  al suo dirigente Dott. Scanu, il quale prepara un faldone di circa 140 pagine il cui requisito è quello di sostenere la scelta di giunta.

Il provvedimento è passato con i voti della maggioranza compresi quelli di qualcuno che non era convinto del tutto di quella relazione.

Le opposizioni hanno votato contrario per due motivi in particolare:

  1. La mancanza di relazioni da parte dei responsabili del bilancio e soprattutto di un organismo esterno (revisori) sulla sostenibilità dell’operazione, in quanto nel documento presentato non c’era una sola parola che avvalorasse la compatibilità dell’operazione con i conti del Comune che sappiamo bene non brillare.
  2. In 140 pagine non c’era ombra di un progetto che spiegasse in che tempi e modi doveva avvenire  il passaggio dalla vecchia alla nuova gestione.

Ricostruzione satirica di Francesco Mura (nella rete dal titolo in house)

Il M5S con la sua portavoce Mara Sanna ha subito detto di non essere contrario a priori a una gestione in house della raccolta dei rifiuti a Nuoro, ma ha votato contrario.

Ho votato NO in particolare per i seguenti motivi:

  • L’amministrazione ha perso 2 anni e mezzo per arrivare solo a determinare questo passaggio, Come farà a fare tutto il resto (la parte più difficile) nel rimanente anno? Perché è chiaro che non può esserci altra proroga oltre alla ordinanza sindacale che scade il 31/12/2018. Se non si fa in tempo in quanto si deve ripensare, riprogrammare e ricreare quasi a tutto, il comune rischia di rimanere senza servizio? O ancora rischia di rimanere (come già è)  sotto ricatto del socio privato di NuoroAmbiente?
  • Tra i rischi di questa scelta, messo in evidenza anche nella relazione, c’è il cambiamento politico alla guida della città. Se si arrivasse poi al 2019 inoltrato o addirittura a fine del 2019 (come probabilissimo che sia)  quindi a fine legislatura, che succederà? Se l’amministrazione dovesse cambiare che faranno i nuovi amministrattori? Saranno costretti a condividere una scelta che non è la loro o addirittura potranno rinnegarla creando un danno al Comune di Nuoro?
  •  Perchè nel progetto non è prevista la Tariffazione Puntuale (ne abbiamo avuto conferma in commissione e ieri in Consiglio) , secondo l’estensione del principio che chi più inquina più paga richiesto dall’Unione Europea. La Tariffazione Puntuale (a peso o a volume) è un importante incentivo al raggiungimento delle premialità e soprattutto al superamento delle penalità, situazione in cui ci troviamo in questo momento. Dove applicata la Tariffazione Puntuale si è appurato che da sola valga un 12% di maggiore differenziazione.
  • Come ci si può fidare che a portare felicemente a termine questo passaggio sia chi (assessore e dirigente) in tutto questo tempo, vedi le nostre interrogazioni, ha dimostrato di andare da un errore all’altro? Chi ha operato e tutt’oggi continua ad operare fuori dalle regole?


Ed è inutile che il dirigente risponda in aula alle osservazioni dei consiglieri con supponenza ed arroganza, quando gli si fanno notare cose certe.

Perché al suo: “lei nn a chi sono io….” e “ lei sta parlando con uno che ha 20 anni di esperienza nel settore … bla bla bla”

Noi rispondiamo con:

  • il nostro impegno politico: facendo al meglio il ruolo di controllo come consigliere di opposizione
  • I fatti: le nostre interrogazioni, che hanno fatto cambiare direzione più volte all’aministrazione e al dirigente.

e nel merito:

  • Contestando le tabelle che ha pubblicato nella relazione in quanto riportano dati falsati
  • E soprattutto con: “un dirigente con 20 anni di esperienza non copia per larghissime parti (quasi tutta) la relazione che porta in Consiglio Comunale, senza citare fonti e senza virgolettare le parti copiate e senza adattarla alla realtà nuorese.”

A questo punto chiediamo all’assessore: “Assessore,come disse allora, ha ancora immensa fiducia negli uffici e nel suo dirigente?“, perchè a questo punto non possiamo che pensare che in fondo il dirigente nn fa altro che eseguire le sue direttive.




Cliccando qui potete scaricare la relazione e confrontarla con quanto segue


 

Da pag 19 a pag. 26  copiato da diritto dell’ambiente di giampaolo rossi terza edizione dei primi del 2015 (quindi precedente alla  normativa attuale) da pag. 318   https://books.google.it/books?id=s6V6BwAAQBAJ&printsec=frontcover&hl=it#v=onepage&q&f=false

Da pag. 42 a pag 45 : Copiato da Servizi Pubblici Locali:  La parte normativa, la giurisprudenza e gli indirizzi comunitari di INVITALIA   https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=3&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwixvczah4zYAhUDvhQKHWlsALgQFghBMAI&url=http%3A%2F%2Fwww.spl.invitalia.it%2Fsite%2Fspl%2Fhome%2Fprogetto%2Fcatalogo-strumenti%2Fdocumento6003838.html&usg=AOvVaw2RJZmzvGXggsM94G4sDvyK

Da pag. 46 a pag 47 : copiato dal Bollettino di Legislazione Tecnica:  Affidamenti “in house”: requisiti del controllo analogo e dell’attività prevalente di Angela Perazzolo http://www.legislazionetecnica.it/3302242/prd/nota-sentenza/affidamenti-%E2%80%9C-house%E2%80%9D-requisiti-del-controllo-analogo-e-dell%E2%80%99attivit%C3%A0

Da pag. 50 a pag 53 : copiato da Fondazione Promo Pubbliche Amministrazioni:  house providing secondo il nuovo Codice dei contratti pubblici di Alessandro Manetti.     https://www.promopa.it/notizie/1474-in-house-providing-nuovo-codice-contratti-pubblici-dlgs-50-2016.html

Da pag. 53 a pag 55 : copiato da NTCM Studio legale associato :  Società Miste di avv. Giuliano Berrutti             http://www.paradigma.it/docUpload/docDocumenti/2013924173537__Berruti.pdf

———    Da pag. 71 a 105 ci sono tabelle (secondo noi con dati falsati) poi si riprende…  ——–

Da pag. 111 a pag 112 : copiato da Comune di Cernusco sul Naviglio : caratteristiche del servizio http://www.comune.cernuscosulnaviglio.mi.it/export/sites/default/All.-A-Relazione-art-34.pdf

Da pag. 123 a pag 126 : copiato da Comune di Cernusco sul Naviglio : scelta tipo e Caratteristiche e peculiarità del soggetto gestore obblighi del servizio pubblico http://www.comune.cernuscosulnaviglio.mi.it/export/sites/default/All.-A-Relazione-art-34.pdf

Da pag. 127 a pag 131 : copiato da Comune Sancanziandisonzo: SCELTA: Descrizione dell’operazione societaria per l’affidamento in house dei servizi pubblici locali di natura ambientale alla Ambiente http://www.comune.sancanziandisonzo.go.it/uploaded_files/attachments/201308071375879008/descrizione_dell_operazione_societaria_per_l_affidamento_in_house_dei_servizi_pubblici_locali_di_natura_ambientale_alla_ambiente_newco_s_r_l_.pdf

Nella pagina delle CONCLUSIONI il PUNTO 1: copiato da COMUNE DI TRICESIMO : “risulta qualificante il particolare rapporto giuridico intercorrente tra”Amministrazione” ed il soggetto affidatario , che consente al Comune di Nuoro un controllo ed un’ingerenza sul servizio più penetrante di quello praticabile su di un soggetto terzo, in quanto esteso agli atti sociali e non rigidamente vincolato al rispetto del contratto di appalto o concessione” https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjgtJjC-ovYAhWJPBQKHShcAKUQFgg0MAE&url=http%3A%2F%2Fwww.comune.tricesimo.ud.it%2Feasyne2%2FDownload.aspx%3FCode%3DTRCC%26filename%3DArchivi%2FTRCC%2FPDF%2F0022%2F22706.PDF&usg=AOvVaw2EtoD0Lx0SwBKjalW6TtfI




Precedente Consiglio Comunale del 15 novembre 2017 – Resoconto M5S Successivo CONSIGLIO COMUNALE DEL 15 DICEMBRE 2017