L’approvazione indigesta della nostra mozione

Approvata Mozione M5S sul Piano Eliminazione Barriere Architettoniche



La diversa abilità, non è una frase fatta di compiacimento per un “political correct”, ma è la sacrosanta verità, siamo tutti diversamente abili e la nostra forza collettiva nasce dall’insieme delle diversità non dall’omologazione che sottrae e non aggiunge. Dove passa un mezzo di deambulazione diverso dai piedi ci passano anche i piedi, si aggiunge e non si sottrae. Se ci passano solo i piedi si sottrae un pezzo di vita ad altri.” (Guido)


Grazie a un  lavoro  certosino il M5s di Nuoro ha presentato una mozione che doveva spingere l’amministrazione guidata dal sindaco Andrea Soddu a presentare e attuare per la citta di Nuoro il PEBA (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche), nel rispetto non solo dei nostri concittadini con difficoltà motorie, ma anche dei nostri anziani e di genitori con passeggino al seguito.

La mozione è stata approvata.  Evviva si potrebbe pensare. In realtà il Movimento 5 Stelle oggi non gioisce dell’approvazione di un proprio lavoro.

Il perché è presto detto: La mozione è stata emendata dal gruppo Città in Comune. Emendare significa che durante la discussione un consigliere o un gruppo presenta delle modifiche da apportare alla mozione stessa.

Le modifiche, a dir loro in spirito di collaborazione costruttiva, presentate dal consigliere Paolo Manca per il gruppo Città in Comune, a nostro modo di vedere, svuotano il senso della mozione stessa togliendo i termini di tempo entro i quali la amministrazione avrebbe dovuto intervenire sul PEBA. In questo modo rimangono solo mere intenzioni senza obbligo di essere portate avanti.

La mozione così emendata praticamente non impegna la giunta su nessun fronte.

Perché è avvenuto? Vittime delle guerre intestine del gruppo Città in Comune all’interno della maggioranza? Oppure disimpegno sempre dello stesso gruppo che ha in maggioranza l’assessorato più interessato, quello alla mobilità? Oppure di tutta la maggioranza che non vuole interessarsi del problema ma vuole nel contempo salvare la faccia?

Si lavano la coscienza approvando una mozione che non potevano politicamente e moralmente bocciare, ma si salvano da qualsiasi impegno verso concittadini  con difficoltà motorie.

Non erano presenti ieri le associazioni che rappresentano questi cittadini. Vogliamo sperare che sia solo per mancanza di informazione sui lavori portati in consiglio e non per disinteresse su argomenti che prima di ogni cosa proprio loro dovrebbero sostenere.

Qualche volta abbiamo sentito qualcuno sostenere che noi non siamo collaborativi e propositivi. Ricordiamo a queste persone che noi siamo in minoranza e quindi il nostro intervento quasi sempre si riduce a un controllo degli atti (spesso non pubblicizzati) che questa giunta compie.

Il solo modo che ci è consentito di essere propositivi è con la presentazione di Mozioni come questa.

Questo è il risultato di cercare di essere collaborativi con questa giunta a trazione partitica.

.

Ma non ci arrendiamo. La loro sarà solo una “vittoria di Pirro”: Controlleremo prossimamente che i lavori per dotare Nuoro del PEBA siano comunque portati avanti, perché questo comunque, a prescindere dalle finte approvazioni consiliari, è quanto prevedono le disposizioni e un qualunque cittadino può sempre denunciare l’amministrazione di inadempienza e dove ciò è avvenuto il Comune si è sempre dovuto adeguare.

Precedente CONSIGLIO COMUNALE DEL 15 DICEMBRE 2017 Successivo CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE 2017