Non c’è più tempo per Nuoro

Non c’è più tempo per Nuoro


Intervento sulla stampa del consigliere del M5S Mara Sanna del 10 Giugno 2017 per denunciare la grave crisi dell’Amministrazione Nuorese che non riesce a presentare il Bilancio. Ormai ha sforato tutti i tempi.
Con le attuali norme il Comune di Nuoro andrebbe commissariato. Cosa farà la Regione?

 

L’Unione Sarda


Cronache Nuoresi


TeleSardegna



Nota Stampa originale.

È ormai chiaro che il termine fissato dalla Regione per l’approvazione del bilancio non verrà rispettato.

Il 23 maggio scorso, con decreto firmato dal l’assessore regionale agli enti locali Erriu, venivano assegnati venti giorni per l’approvazione del bilancio di previsione a quegli enti, fra cui il comune di Nuoro, che non avessero ancora provveduto. I venti giorni scadono lunedì e il bilancio, entro quella data, non potrà essere approvato dal Consiglio comunale.

La Regione dovrebbe provvedere quindi alla nomina di un commissario ad acta, ma il rispetto delle norme non sembra una cosa poi così importante né a Cagliari né a Nuoro. Il decreto legge 244 del 2016, convertito con modificazioni nella legge 19 del 2017, fissa al 31 di marzo il termine ultimo per l’approvazione dei bilanci di previsione. Il Comune di Nuoro, non solo ha infranto quel termine: non rispetterà nemmeno quello fissato a pena di commissariamento e che scade lunedì. Quindici i comuni che rischiavano il commissariamento, tra questi Nuoro è l’unico capoluogo di provincia e secondo per dimensioni solo a Quartu Sant’Elena, ma a Quartu hanno affrontato una vera e propria maratona per rispettare il termine del 12 giugno e l’iter normativo: i consiglieri hanno ricevuto gli atti approvati dalla Giunta e dai revisori dei conti, la commissione bilancio si è riunita per una settimana e il Consiglio è convocato per domenica. Da noi il nulla assoluto.

Cosa stanno facendo il Sindaco Soddu e i suoi compagni di coalizione pur di restare seduti sulle loro poltrone? Hanno chiesto alla Regione ancora tempo, dicendo che la giunta approverà lo schema, che il Consiglio sarà convocato presto? Vogliono convocare il Consiglio senza che ai consiglieri siano dati tutti gli atti da studiare nel rispetto dei tempi? Non permetteremo che vengano calpestati i diritti del Consiglio e che vengano violate le regole poste a garanzia delle minoranze e della democrazia.
L’altro aspetto che ci preoccupa è il silenzio assordante intorno ai documenti del bilancio di previsione. Dietro questo silenzio si nascondono tutte le divisioni che attraversano la maggioranza. Non è cioè solo una questione tecnica. Siamo senza bilancio non solo perché ancora non sono stati in grado di farlo. Siamo senza bilancio perché evidentemente la maggioranza è divisa e fatica a trovare un accordo. A dimostrazione di quello che il Movimento Cinque Stelle ha sempre sostenuto: le coalizioni servono a vincere, ma poi non riescono a governare perché fatte da partiti che si dividono, litigano e si spaccano. La solita vecchia politica contro cui ci battiamo e della quale questa amministrazione è degna rappresentante: di fatto dal 2015 disattende alle promesse di cambiamento, trasparenza, condivisione e partecipazione attiva con i cittadini. L’unico cambiamento che abbiamo visto è il ritardo cronico nella gestione dell’ordinario, la triste immobilità di un capoluogo senza prospettive, l’offuscamento della situazione reale portato avanti con arroganza.
Il M5S sarà intransigente sul rispetto dei termini e delle regole. Siamo ad un passo dal commissariamento e loro ancora perdono tempo chiusi in silenzio nelle loro stanze impedendo al Consiglio di fare il proprio dovere!
E’ tardi, non c’è più tempo per Nuoro.

Nuoro,  10.06.2017

Portavoce M5S Nuoro

Mara Sanna

Precedente Seguiamo il consiglio dell'assessore: Nuova interrogazione! Successivo CONSIGLIO COMUNALE DEL 22 MAGGIO 2017