Terreni pubblici ai disoccupati: La proposta dei 5 Stelle a Sassari

SASSARI – Mettere a disposizione i terreni coltivabili ai cittadini disoccupati e inoccupati. E’ l’oggetto dell’Ordine del giorno protocollato nei giorni scorsi dal gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle a Sassari.


Il documento “impegna” il Consiglio, la Giunta ed il sindaco affinché «si dia mandato ad effettuare la ricognizione delle aree e degli edifici rurali di proprietà comunale da destinare all’uso agricolo». Per questo è necessario «un censimento dei terreni abbandonati, incolti e/o adibiti a verde pubblico come definito nella legge “banco della terra”».

E ancora: «predisporre un idoneo strumento regolatore che tenga conto fra l’altro della salvaguardia del territorio e della prevenzione della salute umana alla luce delle indicazioni dell’Organismo Mondiale della Sanità, vietando su detti terreni l’uso di prodotti fitosanitari». Infine, nello sviluppo del progetto, i pentastellati sassaresi chiedono un regolamento ad hoc e un processo partecipato.

Cattura
Nella foto: Maurilio Murru del Movimento Cinque Stelle Sassari

Precedente Abbanoa: ancora guai Successivo INVASIONE CINESE. LA PAROLA AI CITTADINI #NOMESCINA