UE e governo all’attacco dei mercatini, M5S dice NO

Questo governo non trascura proprio nessuno: il suo attacco distruttivo è arrivato anche ai commercianti ambulanti dei mercatini.

Come forse ricorderete, lo scorso ottobre avevamo denunciato come l’Italia, unica in Europa insieme alla Spagna, avesse deciso di recepire la direttiva Bolkestein anche per il commercio ambulante: gli ambulanti italiani si ritroveranno tutti senza licenza. Le licenze saranno rimesse a gara nel 2017, e potranno partecipare anche le multinazionali e le grandi imprese straniere. Il risultato sarà che i mercatini rionali e festivi saranno invasi dai soliti marchi da centro commerciale, mentre le migliaia di famiglie che oggi svolgono commercio ambulante con tutte le licenze a posto finiranno letteralmente in mezzo alla strada.

Il M5S combatte da tempo contro la Bolkestein (che coinvolge anche la cessione delle spiagge), ed ha presentato una proposta di legge ad hoc. La nostra legge difende proprio le aziende individuali, a gestione familiare, e comunque le società di persone dall’accesso del grande capitale. Le Regioni possono predisporre piani di riqualificazione urbana e la Conferenza unificata individua i criteri per il rilascio e il rinnovo automatico della concessione dei posteggi, ma sempre dicendo no in modo deciso alla Bolkenstein e riservando il commercio ambulante alle nostre Pmi.

mercatino5

Precedente Renzi mette le mani anche sul Terzo Settore Successivo Nuoro, selezione sospetta di infermieri: blitz delle Fiamme gialle all'Asl